Epidemiologia

Dirigenti Medici

Dr. Valerio Ramazzotti
Tel. 06 5266 6263 E-mail: valerio.ramazzotti@ifo.gov.it

Dr.ssa Maria Cecilia Cercato
Tel. 06 5266 6913 E-mail: mariacecilia.cercato@ifo.gov.it
 
Dr. Marco Caperle
Tel 06 5266 5204 E-mail: marco.caperle@ifo.gov.it

Dr. Oreste Aronadio
Tel 06 5266 6896 E-mail: oreste.donadio@ifo.gov.it
 
L'Epidemiologia dell' Istituto “Regina Elena” opera nell'ambito dei compiti e delle attribuzioni afferenti alla branca di “Sanità Pubblica”, svolgendo in primo luogo attività di monitoraggio, controllo e prevenzione oncologica rivolta non ai singoli individui, bensì alla popolazione dei pazienti e generale. Inoltre, in linea con le finalità di un Istituto di Ricerca a Carattere Scientifico svolge attività di studio finalizzate alla identificazione dei fattori di rischio delle neoplasie.
Le linee di attività sono così ripartite:
 
► Epidemiologia descrittiva

Registro Tumori di Popolazione della Provincia di Latina

L'Epidemiologia è  struttura collaborante del registro che assolve alla mission di produrre dati di incidenza, sopravvivenza e prevalenza per tumore, unici nella regione Lazio e tra i più rappresentativi dell'Italia centrale. In tal modo è partecipe delle attività dell'Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM) che riunisce i registri tumori italiani accreditati secondo specifici criteri di qualità e che persegue lo scopo di confrontare i dati epidemiologici riguardanti i tumori nelle diverse aree geografiche del paese e di comparare i risultati così ottenuti con quelli osservati a livello internazionale. Nel sito AIRTUM sono disponibili le pubblicazioni di articoli e monografie prodotte da questo specifico ambito e che rappresentano un riferimento per la valutazione e la programmazione sanitaria a livello regionale e nazionale per l'oncologia.
 
► Epidemiologia analitica
Aree di studio producono studi osservazionali sui fattori correlati al fenomeno neoplastico, sulle seguenti  tematiche:

“Dieta e Tumori”
.
L'Epidemiologia partecipa al gruppo multicentrico di studio sulle relazioni tra tumori ed abitudini alimentari, che nel corso degli anni ha prodotto numerosi articoli di analisi sul ruolo degli elementi di rischio e dei fattori protettivi insiti nei profili alimentari.

“Prevenzione dei tumori cutanei nell'infanzia”.
L'Epidemiologia ha sviluppato specifiche metodologie per la conduzione di survey nelle scuole elementari mirate alla prevenzione delle condizioni e delle abitudini a rischio correlate all'insorgenza di tumori cutanei nell'età adulta che ha progressivamente coinvolto oltre 180.000 bambini ed i loro genitori. Una prima fase dell'attività, condotta a livello sia nazionale che internazionale, si è incentrata sulla analisi della prevalenza dei fattori di rischio e sulla loro associazione con il danno da esposizione solare. Questa fase, grazie alla collaborazione di specialisti dermatologi dell'Istituto Santa Maria e San Gallicano, ha inoltre previsto la elaborazione e l'invio, a tutti i partecipanti, di raccomandazioni personalizzate in tema di fotoprotezione. La seconda fase del programma ha portato ad approfondimenti metodologici preliminari a studi di valutazione di efficacia di interventi di educazione sanitaria volti a promuovere la consapevolezza e l'adeguato  comportamento nei genitori.

“Papillomavirus e carcinoma della cervice uterina”.
 
Nell'ambito della Ricerca Finalizzata, l'Epidemiologia ha svolto la propria attività in collaborazione con le altre Unità Operative collaboranti interne ed esterne all'Istituto per lo svolgimento del progetto intitolato: “Fattori bio-molecolari di rischio per management e terapia del cervicocarcinoma uterino”   (Ente finanziatore: Ministero della Salute) che ha consentito di mettere in luce sia i fattori predittivi per l'infezione virale nelle donne sia quelli correlati con il maggior rischio di evolutività dell'infezione. Sulla base della precedente esperienza l'Epidemiologia partecipa all'organigramma dell'HPV-Unit dell'IFO nel comparto degli esperti dedicati.
 
► Epidemiologia valutativa delle attività aziendali

Programma “P.Re.Val.E”

L'Epidemiologia è referente aziendale IFO per l'attuazione delle fasi previste dal programma regionale per la valutazione degli esiti degli interventi sanitari (P.Re.Val.E) predisposto dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale – Regione Lazio (D/EP/Lazio) e da Laziosanità – Agenzia di Sanità Pubblica con lo scopo, tra gli altri, di valutare l'efficacia teorica ed operativa degli interventi sanitari. In particolare l'Epidemiologia è impegnata ad istruire ed attuare le fasi di audit interno per il monitoraggio di eventuali criticità evidenziate da specifici indicatori in collaborazione con il D/EP/Lazio e di concerto con la Direzione Sanitaria Aziendale IFO.

Validazione e valutazione di indicatori specifici sulla qualità delle attività assistenziali.

L'Epidemiologia ha sviluppato, anche sulla base dei dati di letteratura e di concerto con la Direzione Sanitaria Aziendale, un pannello di indicatori sull'attività assistenziale inerente i tumori della mammella, del colon retto, del polmone e dell'ovaio. Tale attività permette di misurare e conseguentemente implementare specifici parametri dell'attività clinica.

Comitato Infezioni Ospedaliere IFO
.
L'Epidemiologia è membro del CIO aziendale, avendo in particolare predisposto le fasi inerenti l'attività di registrazione degli eventi.

► Altre attività

Medicina Narrativa
Nel contesto della disciplina multidisciplinare di recente istituzione volta a recuperare la “narrazione” (storytelling) come strumento valido a promuovere la relazione tra medico/personale sanitario e paziente/familiare, dal 2009 è nata una collaborazione con figure professionali diverse, operanti nell'ambito della Biblioteca di Enti Sanitari Scientifici, che ha portato alla costituzione del "Gruppo di Lavoro sulla Narrativa Biomedica". Un particolare contributo è stato apportato nel campo delle "Malattie Rare", partecipando a convegni ed a concorsi artistico-letterari