Accreditamenti IFO

OECI

Accreditamento dell'IRE presso OECIL’ Organization of European Cancer Institutes (OECI) è un’ organizzazione non governativa senza scopo di lucro fondata a Vienna nel 1979. Attualmente annovera più di 70 Istituti, in Europa, tra cui anche L’istituto Nazionale Tumori Regina Elena – IRCCS IRE.
L’OECI ha l’obiettivo di promuovere la cooperazione tra gli Istituti di – cancro Europei, al fine di:

– Creare una massa critica di conoscenze e competenze in grado di individuare e condividere nuovi e migliori modelli di cura

– Migliorare la qualità delle cure oncologiche e la ricerca translazionale

– Migliorare la qualità della vita dei pazienti oncologici

– Fornire un percorso di miglioramento continuo al fine di omogeneizzare le cure dei pazienti oncologici secondo standard e livelli di qualità condivisi a livello europeo.

– Favorire lo sviluppo di studi multicentrici europei e l’utilizzo dei fondi EU per la ricerca

 

L’OECI ci comunica l’approvazione del nostro follow up report 2017

A febbraio 2019 l’ Istituto regina Elena ha iniziato il processo di Re-accreditamento OECI

 

GRUPPO DI LAVORO IRE

Coordinamento Direzione Scientifica IRE

Staff:
Dott.ssa Giuseppina  Caolo
Tel. 06 52666737
Dott.ssa Annunziata Di Turi
Tel 0652665505
E-mail

 

MEMBRI ITALIANI

Centro di Riferimento Oncologico Istituto Nazionale Tumori, Aviano
IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino – IST- Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, Genova
Istituto Europeo di Oncologia, Milano
Fondazione IRCCS- Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Milano
Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, Roma
Istituto Oncologico Veneto IRCCS-IOV, Padova
Istituto Tumori Giovanni Paolo II, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, Bari
Istituto Nazionale Tumori -IRCCS “Fondazione G.Pascale” (INT-Pascale), Napoli
IRCCS, Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata (CROB), Rionero in Vulture
Azienda Ospedaliera Arcispedale S. Maria Nuova IRCCS, Reggio Emilia
Ospedale San Raffaele (OSR), Milano
European School of Oncology (ESO), Milano
IFOM – FIRC Institute of Molecular Oncology, Milano
Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori [IRST]-IRCCS, Meldola- Forlì
IRCCS – Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milano
Ente Ospedaliero Ospedali Galliera, Genova
Nerviano Medical Sciences Group S.r.l., Nerviano
Per consultare la lista di tutti i membri OECI: http://www.oeci.eu/Member_List.aspx

 

ATTIVITA'

Fasi del processo

 

Designazione preliminare e presentazione del Project Plan dell’Istituto. Il processo inizia con una prima raccolta dati qualitativi e quantitativi, richiesti dall’OECI, al fine di ottenere una designazione preliminare dell’Istituto.
Autovalutazione. Il periodo di autovalutazione ha la durata di 6 mesi durante i quali l’Istituto compila un questionario qualitativo ed un questionario quantitativo, predispone i documenti richiesti dall’OECI ed organizza la revisione tra pari (peer review).
Revisione tra pari. Un team OECI visita l ‘istituto per due giorni, durante i quali verifica i dati ricevuti.
Report con raccomandazioni per il piano di miglioramento. Dopo la visita il team invia un report con punti di forza e opportunità di miglioramento per l’Istituto ed indicazioni per il piano di miglioramento.
Piano di miglioramento. L’Istituto, seguendo le indicazioni del team OECI, presenta un Piano di miglioramento.
Approvazione Accreditamento e Certificazione. La decisione di accreditamento finale viene presa dall’OECI A&D Board entro 1 mese dopo la consegna del Piano di miglioramento da parte dell’istituto.
Follow- up di accreditamento. Un anno dopo l’Istituto fornisce una relazione scritta con l’avanzamento degli obiettivi e le azioni definite nel Piano di miglioramento. L’OECI A&D Board potrebbe organizzare una visita per verificare il piano di miglioramento.
La certificazione OECI è valida quattro anni dalla data di rilascio del Certificato.

 

PER SAPERNE DI PIU'

Scarica MANUALE OECI

Sito OECI: www.oeci.eu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGI LA NEWSLETTER

EURACAN

L’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e l’Istituto San Gallicano, sono Centri di Riferimento del progetto Europeo EURACAN che si occupa della diagnosi, della cura e della ricerca sui tumori rari solidi dell’adulto.

JACIE

 

L’Unità di Ematologia dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena è accreditato secondo gli standards JACIE, dal 2013, per l’attività di trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche.

JACIE è un riconoscimento, riservato ai Centri Trapianto di eccellenza in Europa, per la procedura trapianto in termini di sicurezza ed efficacia in tutti gli ambiti, dalla produzione, alla conservazione, alla manipolazione, all’infusione delle cellule progenitrici ematopoietiche, alla gestione clinica del paziente e del donatore, alla corretta gestione organizzativa ed amministrativa della terapia cellulare.
Si articola in tre grandi sezioni:

clinica: scelta del donatore, controllo e prevenzione delle complicanze, gestione e preparazione dei regimi di condizionamento
raccolta di cellule staminali
criopreservazione, manipolazione e infusione delle cellule staminali.

 

RETE DI ECCELLENZA ROME TRANSPLANT NETWORK (RTN)

L’ Ematologia dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena per l’attività di trapianto aderisce al Rome Transplant Network (RTN), una rete metropolitana di centri di eccellenza per il trapianto delle cellule staminali, presenti sul territorio di Roma, che utilizza e condivide protocolli clinici, procedure di sistema, gestione della qualità, addestramento continuo del personale, monitoraggio dei risultati clinici.

 

RTN rappresenta un modello innovativo nella cooperazione multicentrica e unico a livello europeo, costituendo un valore aggiunto, non solo clinico e scientifico, anche per il Servizio Sanitario Regionale in termini di abbattimento dei tempi d’attesa ed allocazione appropriata di risorse.
Afferiscono alla RTN, oltre IRE, i Centri Ematologici del Policlinico Universitario di Tor Vergata (Centro di Coordinamento), del Policlinico Universitario Campus Biomedico, dell’Ospedale San Giovanni, dell’Ospedale S.Andrea, dell’Ospedale S.Eugenio.

RTN è riconosciuta dal Centro Nazionale trapianti, è accreditata dall’Agenzia Regionale Trapianti e dal Centro Regionale Trapianti Lazio e, nel 2014, ha ottenuto l’accreditamento JACIE.

Nell’ambito della Rete è possibile eseguire i seguenti tipi di trapianto:

– trapianto autologo di progenitori ematopietici da cellule periferiche e da midollo osseo;
– trapianto allogenico di progenitori ematopietici di cellule staminali da sangue periferico o da midollo osseo da donatore HLA identico o familiare;
– trapianto allogenico di progenitori ematopoietici da donatore non correlato da prelievo di midollo osseo, da sangue periferico o da cordone ombelicale;
– trapianto allogenico di progenitori ematopoietici da donatore familiare non compatibile da prelievo di midollo osseo, da sangue periferico o da cordone ombelicale.

 

Bollini Rosa

 

Gli IFO – Istituti Regina Elena e San Gallicano, si confermano ospedali a misura di donna con 3 bollini rosa ciascuno. L’Osservatorio nazionale sulla salute della Donna (O.n.Da) ha attribuito agli IFO il massimo riconoscimento ribadendo l’attenzione che gli Istituti rivolgono da sempre alla salute femminile.

Fra i punti di forza:

l’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici di specialità cliniche come la Chirurgia robotica e mini-invasiva per le patologie ginecologiche oncologiche e l’HPV Unit; la Breast Unit per il Regina Elena. Dermatologia onco-estetica e Centro di riferimento regionale malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono solo alcune delle eccellenze dell’Istituto San Gallicano.

 

 

 

Vedi scheda IFO Regina Elena dal portale Bollini Rosa

Vedi scheda IFO San Gallicano dal portale Bollini Rosa

 

Certificazione ISO 9001:2008

 

La certificazione ISO 9001 rappresenta la conformità a schemi organizzativi, che pur provenendo da settori manifatturieri, stanno ampliando i loro requisiti, specificatamente al settore servizi; le ultime due edizioni della norma, quella del 2008 prima e ancora di più l’edizione del 2015 sono la naturale evoluzione nel mondo dei servizi, basti pensare l’importanza che riveste la Gestione del Rischio nella nuova edizione.

Il Sistema di Gestione della Qualità (SGQ), che la normativa in questione, prevede che venga applicato, è un insieme di elementi correlati e interagenti che le organizzazioni utilizzano, indispensabile per il governo dell’Organizzazione.

Un SGQ utilizza un approccio basato sui processi dove sono definiti compiti e responsabilità, così come è necessario definire il livello qualitativo del contesto in cui si opera. E dove, se non in ospedale, vi è la necessità di queste definizioni, che sono indispensabili?

Ogni processo utilizza le risorse e altri processi interconnessi per trasformare gli input in output. Poiché l’output di un processo diventa l’input di un altro processo, i processi interagiscono e sono interdipendenti mediante tali rapporti (input-output). Queste interazioni di processo creano un unico SGQ, il cui output finale è al salute dei nostri utenti.

 

Centro Regionale Sangue

 

 

ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI TRASFUSIONALI

Il sistema di accreditamento dei Servizi Trasfusionali (ST) italiani nasce dall’Accordo del 16 dicembre 2010 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo n. 281 del 28 agosto 1997 (http://www.centronazionalesangue.it/pagine/nazionale).

L’autorizzazione all’esercizio delle attività trasfusionali e l’accreditamento istituzionale del Servizio Trasfusionale degli Istituti Regina Elena e San Gallicano (ST IRE/ISG) sono stati decretati dalla Regione Lazio il 03.08.2015.

http://www.regione.lazio.it/binary/rl_sanita/tbl_normativa/SAN_DCA_U00377_03_08_2015.pdf

Al fine di garantire il mantenimento del sistema di gestione della qualità e del rispetto dei requisiti minimi, il ST IRE/ISG riceve verifiche formali periodiche da parte di un team di valutatori nazionali.

 

FINALITA’

– garantire livelli qualitativi omogenei delle attività trasfusionali su tutto il territorio nazionale;
– rendere le attività trasfusionali conformi alle norme nazionali di recepimento delle direttive europee in materia di sangue, emocomponenti e farmaci emoderivati, che prevedono la garanzia di omogenei livelli di qualità e sicurezza dei prodotti e delle prestazioni del sistema trasfusionale su tutto il territorio dell’Unione europea;
– stabilire specifici requisiti, previsti dal codice comunitario concernente i medicinali per uso umano, da applicare al plasma umano prodotto dai servizi trasfusionali italiani da avviare alla lavorazione industriale per la produzione di farmaci emoderivati;
– definire i requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per l’esercizio delle attività trasfusionali presso i servizi trasfusionali e le unità di raccolta in conformità alla normativa nazionale vigente, ivi incluse, per quanto applicabili, le disposizioni normative concernenti i medicinali per uso umano.

 

GRUPPO DI LAVORO

Il gruppo di lavoro multidisciplinare è costituito da diversi interlocutori interni responsabili delle varie attività contemplate nel percorso di accreditamento, e in particolare da:

– Responsabile del ST IRE/ISG
– Responsabile Assicurazione Qualità del ST IRE/ISG
– Referente della Direzione Sanitaria Aziendale
– Referente delle attività infermieristiche
– Referente delle attività tecniche
– Referente dell’Ufficio Tecnico e di Ingegneria Clinica
– Referente Informatico
– Referente per il project management

 

 

UICC

L’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena è membro della Union for International Cancer Control (UICC). Referente UICC dell’Istituto è il dottor Luciano Mariani.

Banca del Tessuto Muscolo Scheletrico (BMTS)

 

Link:

http://www.oeci.eu

https://www.eacr.org/conference/precisionmedicine2017

 

Documenti:
One year follow-up OECI A&D programme
Evento Making it Personal 2017
Programma 27 Gennaio 2017 OECI-ECPC Session
How to register 27012017

Torna all'inizio dei contenuti