IFO Covid 19: leggi le regole di accesso sicuro in ospedale

Notizie, Solidarietà    0 Commenti     16/03/2021

Gentili ospiti,
serve la massima collaborazione per contenere la diffusione del virus e proseguire spediti nella campagna vaccinale. Ciascuno di noi può fare la differenza seguendo semplici norme di comportamento: accedere in ospedale sempre con la mascherina, mantenere (chirurgica, o fpp2),  la distanza di almeno un metro dagli altri, igienizzare spesso le mani con gel idroalcolico presente in tutte le aree di transito/attesa degli Istituti.

E’ importante per la salute di tutti rispettare con rigore le seguenti indicazioni:

  • L’accesso è consentito alla sola persona che deve ricevere la prestazione; la presenza di un accompagnatore è ammessa solo per le persone in evidentti condizionini di difficoltà.
  • E’vietato l’accesso agli Informatori scientifici.
  • Prenotare o disdire le prestazioni solo tramite ReCUP 069939.
  • Presentarsi in IFO con il questionario di valutazione del rischio di malattia COVID-19 compilato, disponibile qui
  • Per eseguire analisi di laboratorio è necessario accedere per fasce orarie e suddivisi per iniziale del cognome secondo le modalità dettagliate più avanti nella pagina.
  • Pagare le prestazioni prima di accedere agli IFO tramite PagoPA: grazie al codice IUV, potete farlo vicino casa e nei punti aderenti al sistema. Ricordate di compilare il modulo di autocertificazione che attesta il pagamento.
    Se siete esenti ticket (cod. 048, C01, C02, C03, E01) compilate direttamente il modulo di autocertificazione, tranne che per le prestazioni radiologiche ed il centro prelievi.
    Il modulo è unico, disponibile qui oppure ai punti di informazione.
  • Per non fare la fila per l’accettazione delle visite specialistiche agli sportelli, prendete il numero prima di arrivare, usando l’app gratuita Ufirst, tramite smartphone o tablet. Sarete avvisati quando si avvicina il vostro turno.
  • Arrivare in ospedale al massimo 30 minuti prima dell’appuntamento. Non è consentito accedere in IFO fuori dall’orario della prestazione.
  • Rispettare l’orario dell’appuntamento. Le prestazioni in agenda sono tutte confermate. Eventuali variazioni di giorno o di orario, per motivi organizzativi, saranno comunicate telefonicamente.
  • Ritirare il referto di esami di laboratorio e radiologici solo online al seguente link
  • Ulteriori dettagli sono presenti nella pagina web “come fare per”

Il triage di accesso all’ingresso dell’IFO Regina Elena e San Gallicano, prevede la misurazione della temperatura e dell’ossigeno nel sangue. Posizioarsi bene davanti alle telecamere termoscanner che rilevano la temperatura alle persone in transito.

Accesso sale prelievo

I pazienti che devono eseguire un prelievo di sangue accedono per fasce orarie e suddivisi per inizale del cognome secondo le seguenti modalità:
ore 7:15 – 08:45 persone con cognome dalla lettera A alla lettera L compresa;
ore 9:00 – 10:30 persone con cognome dalla lettera M alla lettera Z
Dalle ore 8:45 alle ore 9:00 è prevista la sanificazione di tutti gli ambienti. Sono salvaguardate, nelle fasce orarie stabilite, le priorità per i minori e donne in gravidanza.
I prelievi per le chemioterapie si eseguono direttamente in ambulatorio/Day Hospital.
Per maggiori informazioni clicca qui

Attività ambulatoriali

E’ necessario rispettare le indicazioni elencate all’inizio della pagina. Si raccomanda di utilizzare sempre i servizi digitali e telematici disponibili per prenotare una prestazione, pagare, e per l’accettazione, al fine di ridurre al minimo il tempo di permanenza in Istituto. Fruire sempre, quando è possibile, del servizio di consulenza a distanza IFOconTeOnline.
L’accesso all’ospedale per le attività diagnostiche e cliniche è possibile a partire dalle ore 7:00. Abbiamo ampliato il numero delle sale di attesa, tuttavia gli utenti che arrivano molto prima dell’orario di visita saranno invitati ad attendere il proprio turno fuori dall’ospedale.

L’accettazione alle prestazioni del San Gallicano erogate in regime di intramoenia si effettua agli sportelli di via Fermo Ognibene al piano meno 2.

Campagna Vaccinale

Gli IRCCS IFO, Regina Elena e San Gallicano sono il primo centro del Lazio a vaccinare i pazienti oncologici ed ematologici! Dal 1° Marzo e nelle successive quattro settimane fanno il vaccino le persone individuate dai responsabili di struttura secondo le indicazioni ministeriali. I nostri assistiti afferenti agli ambulatori, DH o ricoveri ordinari, ricevono un primo SMS dalla Regione Lazio, e poi, entro il giorno prima della data di vaccinazione, sono contattati da IFO per i dettagli sull’orario e logistici. I pazienti in corso di terapia effettuano il vaccino direttamente presso le oncologie 1 e 2 o i reparti, mentre i pazienti ematologici e che hanno terminato le cure da non oltre 6 mesi, ricevono la somministrazione presso il punto vaccinale.
Nel contempo proseguono le vaccinazioni agli over 80, prime e seconde dosi.
I pazienti ricoverati e in cura presso IFO di età superiore agli 80 anni,ricevono il vaccino.

Per saperne di più vai alla pagina dedicata

Percorso Tamponi per paziente chirurgico, ambulatoriale.

L’ambulatorio per i tamponi rino-faringei per la ricerca del Covid 19 è collocato in una struttura mobile al lato dell’ingresso principale dell’IFO ed è attivo dalle ore 8:30 alle 13:00 dal lunedì al sabato per i pazienti che effettuano il tampone prima di accedere al ricovero ospedaliero o alla terapia oncologica.

Pazienti che devono accedere ad un ricovero medico o chirurgico
Prima del ricovero  il paziente effettua  una intervista telefonica da parte del medico curante che verifica l’eleggibilità al ricovero. In caso di nessun sospetto di coronavirus e cioè di screening telefonico negativo, si procede all’esecuzione del tampone rino-faringeo. Gli specialisti responsabili del percorso medico-oncologico, ematologico o del percorso chirurgico, in particolare per i pazienti fragili e immunodepressi, programmano il tampone non oltre le 48 h precedenti il ricovero e avvisano il paziente della data, ora, luogo dell’esecuzione del test. Il referto è inviato al medico dal laboratorio di Microbiologia-Virologia.
Se la risposta al questionario telefonico è positiva ad almeno uno dei quesiti, il medico indirizza il paziente al proprio medico di medicina generale o, in caso di intervento chirurgico urgente e indifferibile, richiede l’effettuazione del tampone non oltre le 48 h precedenti il  ricovero.

Pazienti già ricoverati in degenza ordinaria
Il paziente ricoverato, che presenti sintomi sospetti di COVID-19 (febbre associata a tosse o dispnea, o diagnosi radiologica di polmonite tipica) effettua il tampone rino-faringeo dopo richiesta del medico.

Pazienti che accedono ad attività ambulatoriali, chemioterapie, radioterapia
Nei giorni che precedono il primo accesso ambulatoriale o per chemioterapia o radioterapia, il paziente effettua una intervista telefonica di accertamento dei sintomi/contatti. In caso di risposte positive ad almeno 1 quesito del questionario, il paziente è invitato a contattare il medico di medicina generale e non potrà accedere all’ambulatorio, alla chemioterapia o alla radioterapia.
In caso di prestazione urgente e indifferibile, è richiesto l’accertamento tramite tampone rino-faringeo in IFO. Il medico a cui è affidato il paziente programma l’esecuzione del tampone e avvisa il paziente della data, ora e luogo dell’esame. Il referto è trasmesso al medico dal laboratorio di Microbiologia-Virologia.

Pazienti che accedono a prestazioni specialistiche ambulatoriali
Alcuni giorni prima della visita il paziente una intervista di accertamento dei sintomi/contatti da parte del medico che deve visitarlo. In caso di risposte positive ad almeno 1 quesito del questionario, il paziente è invitato a contattare il medico di medicina generale e dovrà rimandare la visita.

Pazienti che accedono a procedure invasive (es. broncoscopia, biopsia mediastinica)
Il paziente che deve sottoporsi ad una broncoscopia, broncolavaggio, biopsia mediastinica, EBUS/EUS, deve fare un tampone non oltre le 48 h precedenti la procedura diagnostica. Il medico curante prenota e avvisa il paziente della data, ora, luogo dell’esecuzione del tampone.
In caso di esito negativo, la procedura diagnostica sarà confermata. In caso di esito positivo, il medico informerà il paziente e il medico di medicina generale per l’attivazione dell’iter territoriale successivo.

Pazienti in accesso a servizi diagnostici radiologici
Prima di prenotare un esame diagnostico di Radiologia, Medicina Nucleare, Radiologia senologica (biopsie, ricerca linfonodo sentinella…), Endoscopia digestiva (del tratto superiore, EGDS, ERCP) il medico che deve eseguire l’esame sottopone il paziente allo screening telefonico sui sintomi e sui contatti. Nel caso di risposta positiva ad almeno 1 quesito la prestazione sarà comunque prenotata solo per il paziente IFO e solo se l’ indagine è considerata urgente e indifferibile. Il medico specialista prenota un tampone rino-faringeo e avvisa il paziente della data, ora, luogo dell’esecuzione del tampone.
Se il paziente ha un esito negativo al tampone rino-faringeo, la prestazione è effettuata come di routine.

Tamponi, pazienti oncologici Lazio

I pazienti oncologici nel Lazio, con codice 048, hanno un canale dedicato per eseguire il tampone naso-faringeo per Coronavirus presso IFO Regina Elena – San Gallicano.

Come accedere agli IFO: ingresso da Via Elio Chianesi 53, dove è stato attrezzato un Check-Point esterno alla struttura per l’esecuzione dei tamponi. L’accesso è su appuntamento: chiamare il numero 06-52665544 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 14.00 alle ore 18.00. Sabato e Domenica dalle 9.00 alle 12.00. Negli stessi orari indicati vengono programmati gli appuntamenti per l’esecuzione dei tamponi.
Per maggiori info visita la pagina elenco drive-in tampone Salute Lazio qui

Attività chirurgiche, ricovero ordinario, orario visite

Per la sicurezza di pazienti e visitatori effettuiamo il triage di accesso a tutti coloro che devono recarsi nei reparti e invitiamo a rispettare le regole per garantire il distanziamento sociale.
È consentito accedere per far visita ai congiunti dal lunedì al venerdì fino alle ore 19:00. Il sabato fino alle 14:00. La domenica e i festivi l’accesso è consentito solo dalle ore 16:00 alle 17:00.
Durante i giorni feriali e il sabato mattina gli orari di visita rimangono quelli stabiliti da ciascuna Unità Operativa. È comunque consentito l’accesso ad una sola persona per paziente e per fascia oraria.

Nelle aree di degenza della terapia intensiva e rianimazione è severamente precluso l’accesso ai visitatori, salvo diverse indicazioni dei medici.

Donazioni sangue


Per la tutela dei nostri donatori, invitiamo a fissare un appuntamento per la donazione di sangue, al fine di cadenzare gli afflussi ed evitare assembramenti. Qui i contatti:
E’possibile chiamare dal Lunedì al Sabato dalle ore 08:00 alle ore 14:00 allo 06-52662938-2858, o allo 06-52662858 dalle h. 14.00 alle h. 20.00, oppure via mail a donailsangue@ifo.gov.it.
Su base volontaria e gratuita, come da disposizione regionale, al donatore che ne faccia richiesta si esegue test sierologico per SARS-Cov2 contestualmente alla donazione.
Percorso donatore (test sierologico Covid)
Il donatore ha diritto di precedenza all’ ingresso dell’ospedale, per i controlli di temperatura e di ossigeno nel sangue.
Vai alla pagina su Come donare sangue presso IFO.

Seguiteci anche sui nostri profili social per essere sempre informati.
Grazie per la collaborazione.

La pagina è in continuo aggiornamento e segue l’evolversi dell’emergenza!

Torna all'inizio dei contenuti